Archivio di maggio 2011

GRANATA:IL BERLUSCONISMO E’ FINITO,ORA NUOVO PARTITO DELLA NAZIONE

martedì, 31 maggio 2011

 “Futuro e Libertà rilanci il progetto di costruzione del Partito della Nazione e del patriottismo repubblicano, per archiviare definitivamente la stagione dei La Russa e dei Cosentino”. Lo dichiara in una nota il deputato di Futuro e Libertà, Fabio Granata. “A Milano e Napoli meglio la sinistra che la loro egemonia. Il berlusconismo è finito e il domani appartiene a noi, eredi della vera tradizione politica e culturale della destra repubblicana e legalitaria”, conclude Granata.

Condividi
[Facebook] [MySpace] [Technorati] [Twitter] [Windows Live] [Email]

Amministrative, Granata (FLI): “I risultati siciliani di FLI confermano il Terzo Polo alla guida della Regione, sempre più alternativo al Pdl”.

martedì, 31 maggio 2011

 “Un esordio elettorale che scandisce in maniera inequivocabile la volontà degli elettori siciliani che confermano al neonato partito di Gianfranco Fini piena e convinta adesione”.

“Dal confronto elettorale, il Terzo Polo si conferma con la certificazione del suo ruolo decisivo nel determinare la vittoria dei due schieramenti. Abbiamo dimostrato come Fli sia radicato in Sicilia e abbia la forza per confermare il Terzo Polo alla guida della Regione Sicilia”.

Granata esprime piena soddisfazione per i risultati di Fli in Sicilia.

“Il duro lavoro di riorganizzazione svolto su tutto il territorio siciliano, in particolare a Favara dove  Fli addirittura supera il 21 per cento ed e’ il primo partito, grazie al lavoro svolto da Luca Gargano e dal suo gruppo,  il 9 per cento a Terrasini (Pa), il 6 per cento a Bagheria (Pa) il 7 a Porto Empedocle sono altamente significativi”.

“Il risultato del candidato a sindaco di Noto Bonfante, il più votato tra i candidati a sindaco al ballottaggio, il 6 per cento ottenuto dalla lista,   premiano i nostri sforzi e dimostrano come si sia costruito in pochissimo tempo un partito pronto ad affrontare da protagonista sia i ballottaggi che il governo delle citta’ .

“Siamo pronti- conclude Granata -per esprimere anche a alla guida della Città di Palermo una candidatura forte e condivisa non escludendo il ricorso alle primarie , per costruire una nuova primavera, in grado di fare uscire dal declino la capitale dell’Isola. Un declino che porta la firma del PDL e della sua fallimentare gestione “.

Condividi
[Facebook] [MySpace] [Technorati] [Twitter] [Windows Live] [Email]

Grazie Gianfranco,nostro Capitano.

lunedì, 30 maggio 2011

 

Era nell’aria: si apre una nuova fase della politica italiana e nulla sarà piu come prima.
Mentre l’Italia che ha detto basta a Berlusconi festeggia e le piazze si riempiono, il mio pensiero non può non correre a Gianfranco Fini e al suo gesto di lucida ribellione alla prepotenza e all’arroganza di un potere che non poteva, e non doveva, aver piu’ nulla a che fare con una  certa idea dell’Italia. La nostra.  Quella per la quale tantissimi anni fa siamo entrati a far parte della nostra antica e nobile comunità politica.
E mentre si festeggia, passano davanti ai nostri occhi le immagini di questo ultimo anno:la passione, il coraggio, la rabbia, la delusione, lo sconforto, l’entusiasmo.
Da domani inizia un’altra storia ma questa nuova pagina che si apre,anche se nessuno lo riconoscerà, e’ un po’ merito nostro…
Soprattutto di quelli che non hanno mai indugiato o,peggio,tramato per piccole beghe o ambizioni personali.
E soprattutto il merito e’del Capitano di questi Italiani Coraggiosi.
Bravo Gianfranco. E grazie.

Condividi
[Facebook] [MySpace] [Technorati] [Twitter] [Windows Live] [Email]

Elezioni, Granata (FLI): “ Ioppolo e Musumeci caricatura della difesa dell’identità della destra ”

venerdì, 27 maggio 2011

 “Ioppolo rappresenta, con Musumeci la caricatura della difesa dell’identità della destra, fatta di retorica e di facciata mentre poi si va al Governo con Scilipoti e Berlusconi come contropartita del fango su Montecarlo”.Lo ha detto Fabio Granata, V.Presidente della Commissione Nazionale Antimafia, il quale aggiunge:“Per quanto riguarda Cuffaro, ero al Governo con lui quando non era neanche inquisito e per difendere la legalità e il territorio come ogni mio atto di Governo dimostra. Per il resto mi sorprende apprendere che Ioppolo sia ancora in politica:ne avevamo perso le tracce”

Condividi
[Facebook] [MySpace] [Technorati] [Twitter] [Windows Live] [Email]

GRANATA:FORZA ITALIA, DA LUNEDÌ CONTRIBUISCI AD AVVIARE LE PROCEDURE DI SCIOGLIMENTO DEL PDL

venerdì, 27 maggio 2011

  “Non lascerà alcuna traccia positiva nella storia repubblicana grazie a Gianfranco Fini, alle opposizione e alla ridestata volontà popolare, lunedì si può iniziare la procedura di scioglimento del Pdl e di archiviazione del berlusconismo: non lasceranno traccia alcuna, se non negativa, nella storia repubblicana”. Lo dichiara in una nota il deputato di Fli, Fabio Granata, che conclude: “E’ il caso di dire, anzi di urlare: forza Italia!”.

Condividi
[Facebook] [MySpace] [Technorati] [Twitter] [Windows Live] [Email]

Giovanni vive

sabato, 21 maggio 2011

“Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini.”

Con questo grande striscione saremo lunedì davanti al Palazzo di Giustizia di Roma con i giovani di Generazione Futuro, a testimoniare l’identità di una destra che onora i magistrati caduti, che contrasta tutte le Mafie, che non offende le Procure ma che si schiera con decisione a fianco delle Magistrature e delle Forze dell’ordine baluardo insostituibile di legalità.

Una Destra repubblicana, legalitaria, costituzionale ed europea che dalle sue organizzazioni giovanili ai gruppi parlamentari sarà sempre coerente e all’altezza della Memoria di sangue e di battaglie contro tutte le Mafie che il nome di Giovanni Falcone rappresenta.

Condividi
[Facebook] [MySpace] [Technorati] [Twitter] [Windows Live] [Email]

AMMINISTRATIVE.GRANATA: FLI DECISIVO PER FAR VOLTARE PAGINA ALL’ITALIA

venerdì, 13 maggio 2011

 

 ”Futuro e Libertà sarà certamente decisivo in molte città, a partire da Milano, per far voltare pagina alla politica italiana e per accelerare la fine del berlusconismo”. Lo dichiara in una nota il deputato di Futuro e Libertà, Fabio  Granata e aggiunge: “Non saranno gli appelli alla parte più retriva della società a far recuperare consenso al Pdl e a Berlusconi e il nostro contributo sarà fondamentale in attesa della partita decisiva alle politiche. Legalità, Nazione, Merito per la rinascita italiana e per il patriottismo repubblicano”, conclude Granata.

Condividi
[Facebook] [MySpace] [Technorati] [Twitter] [Windows Live] [Email]

Gli attacchi ai pm un segnale ai mafiosi

giovedì, 12 maggio 2011

Vi proponiamo l’intervista rilasciata da Fabio Granata a “Il Riformista”.

«Le accuse a Pisapia? Ridicole. Ma attenzione: attaccando i pm di Milano e Napoli, i berlusconiani stanno lanciando messaggi pericolosi a chi controlla pacchetti di voti», dice il vicepresidente dell’Antimafia. «Dopo il voto, dialogo con la Lega».

Fabio Granata mette insieme «le accuse di Berlusconi e dei berlusconiani ai magistrati napoletani, alla procura di Palermo, a Ilda Boccassini». Il finiano vicepresidente della commissione parlamentare Antimafia, intervistato dal Riformista, sostiene che «si tratta di una strategia mirata. Un chiaro segnale ai mafiosi, a quegli ambienti oscuri che controllano pacchetti consistenti di voti sul territorio».

Granata, il tema centrale delle ultime ore sono le accuse rivolte dalla Moratti a Pisapia.
Una cosa ridicola, semplicemente ridicola. Parlando di queste accuse inesistenti si rischia di mascherare lo stato di illegalità diffusa che sta caratterizzando la campagna elettorale del Pdl su gran parte del territorio nazionale.

In che senso, scusi?
Ma vi rendete conto che, stranamente, Berlusconi e i suoi stanno prendendo di mira tutti i magistrati impegnati nella lotta alle più importanti organizzazioni criminali che agiscono in questo Paese? L’attacco ai pubblici ministeri di Milano, culminati negli insulti a Ilda Boccassini. E poi le polemiche contro la procura di Palermo. Infine, le accuse che il presidente del Consiglio ha rivolto alla procura di Napoli, che è in prima fila nella sfida alla camorra.

Sta dicendo che…
Sto dicendo che non si tratta di battute estemporanee. Questa è una strategia mirata, fatta di messaggi molto pericolosi. Vogliono dire ai classici «ambienti oscuri», a quella zona grigia che sta tra i clan e la politica, che le mafie possono tranquillamente votare per loro.

Sta per caso dicendo che Berlusconi e i suoi stanno facendo campagna elettorale usando messaggi cripto-mafiosi?

Al di là delle etichette, in alcuni settori del Pdl si sta realizzando una nitida connessione con ambienti criminali. Con quegli stessi ambienti che, sul territorio, controllano pacchetti di voti non indifferenti.

Accuse tutt’altro che lievi, le sue. Significa che il Terzo Polo, di cui lei fa parte, farà di tutto pur di non agevolare i candidati di questo centrodestra al ballottaggio?

Sulle strategie future decideremo tutti insieme.

Però si può dire che, a Milano…
Milano è la partita principale. Lo ha fatto capire anche Berlusconi, che dal capoluogo lombardo ha fatto partire l’ennesimo referendum su se stesso. Noi lì sosteniamo la corsa di un candidato eccellente, Manfredi Palmeri.

Lasciando perdere i suoi compagni di strada, viene difficile immaginare il “cittadino” Granata che al secondo turno vota per la Moratti.

Se fossi un elettore milanese, al ballottaggio non voterei per la Moratti.

E a Napoli? Il candidato del Terzo Polo, Raimondo Pasquino, non ha chances di arrivare al secondo turno.
L’obiettivo principale è impedire che il candidato di Nicola Cosentino, Lettieri, diventi sindaco di Napoli. Se arrivasse al ballottaggio, noi avremmo delle buone alternative. A cominciare dal prefetto Morcone, che è in campo per il Pd. Quanto all’uomo dell’Italia dei valori, Luigi de Magistris, ha delle posizioni a volte “estreme”, diverse dalle nostre. Ma è senz’altro una persona perbene. Però, oltre alle sfide nelle città principali, invito tutti a prestare attenzione a quello che succederà a Latina e a Olbia. Sul primo fronte, dove noi siamo impegnati con la lista di Pennacchi, la curiosità è vedere se esiste ancora un elettorato moderato e di centrodestra libero da eventuali “condizionamenti”. A Olbia, dove il candidato sindaco Gianni Giovannelli è sostenuto da una coalizione che va da Fli a Vendola, potrebbe succedere qualcosa di molto interessante. Tipo che a Silvio Berlusconi, dopo il voto, venga ritirata la cittadinanza onoraria.

Se il Cavaliere uscisse “ammaccato” dal voto, avrebbe ben altri problemi rispetto alla cittadinanza onoraria di Olbia. Non trova?

Sicuramente succederebbe qualcosa. Anche in Parlamento.

D’Alema, intervistato dal Piccolo di Trieste, è tornato a parlare della Santa Alleanza di tutti – Fini compreso – contro Berlusconi.
Ho visto. Però questo è un tema che affronteremo quando le prossime elezioni politiche avranno una data certa. Intanto va registrato che le opposizioni, in Parlamento, affrontano già moltissime battaglie insieme. E non è una cosa da poco.

Se Moratti perde Milano, tenterete di riagganciare la Lega?

Tolti quelli che puntano solo alla distruzione dell’avversario, in politica bisogna discutere con tutti. E quello con la Lega può diventare un dialogo molto importante. Il Carroccio, tra l’altro, esprime il miglior esponente di questo governo. Anzi, tolto il clamoroso errore che ha fatto a Napoli l’altro giorno, quando s’è presentato in città per sostenere il candidato di Cosentino, credo che Roberto Maroni sia il miglior ministro dell’Interno degli ultimi anni.

Scarica l’intervista in formato pdf

Condividi
[Facebook] [MySpace] [Technorati] [Twitter] [Windows Live] [Email]

BERLUSCONI. GRANATA: CONTRO LE PROCURE IN DIFESA DEGLI ABUSIVI

giovedì, 12 maggio 2011

“Berlusconi continua a strizzare l’occhio alla parte più retriva della società italiana, mafie comprese, dopo avere attaccato frontalmente le Procure e rassicurato gli abusivi con la promessa di fermare le demolizioni”. Lo dichiara in una nota Fabio Granata, vice presidente della Commissione antimafia e deputato di Futuro e Libertà.
“Gli italiani che si riconoscono nella destra repubblicana e costituzionale hanno il dovere di fermare Silvio Berlusconi determinando alle prossime amministrative il fallimento del Pdl e lanciando un messaggio chiaro di Legalità”, aggiunge.
“Futuro e Libertà lavorerà perché ciò avvenga, senza mai dimenticare quell’entusiasmo che ci portiamo dietro da Bastia Umbra. Noi abbiamo preso un impegno con gli italiani e non deluderemo le loro aspettative”, conclude Granata.

Condividi
[Facebook] [MySpace] [Technorati] [Twitter] [Windows Live] [Email]

Giustizia: Fli, Commisione inchiesta su giudici? Idea eversiva

martedì, 10 maggio 2011

La proposta lanciata da Silvio Berlusconi per l’istituzione di una commissione di inchiesta sulla magistratura e’, per finiani, ne’ piu’ ne’ meno di “una proposta eversiva e demagogica”. Interpellato dall’Agi, il futurista Fabio Granata non ha dubbi: “Berlusconi con questi attacchi frontali e volgari ai magistrati parla alla parte piu’ retriva dell’Italia, mafie comprese. D’altra parte – continua Granata – per il premier i magistrati caduti sono ‘quasi eroi’: la qualifica piena vale solo per i Mangano”.

Condividi
[Facebook] [MySpace] [Technorati] [Twitter] [Windows Live] [Email]